15° ANNIVERSARIO FONDAZIONE TENDER TO NAVE ITALIA ONLUS

 

Sabato 23 aprile 2022 la Fondazione Tender to Nave Italia ONLUS festeggia i suoi 15 anni di attività ai Magazzini del Cotone, Porto Antico di Genova.

Dal 2007 la Fondazione ha imbarcato 5.375 persone rese fragili da disabilità e disagio coinvolgendoli nella vita a bordo di Nave ITALIA. L’avventura sul veliero è diventata metodo di recupero di energie inespresse, una vera e propria cura che usa il mare, la vela e la vicinanza tra educatori, sanitari e marinai come strumenti che permettono di superare pregiudizi e difficoltà. Grazie alla ricerca scientifica effettuata, questa “Terapia dell’Avventura” è diventata metodo che garantisce risultati efficaci e duraturi.

Con oltre 300 progetti avviati – di cui 4 internazionali – Fondazione Tender to Nave ITALIA Onlus è oggi accreditata presso scuole, ospedali, servizi socio-sanitari come ente capace di coniugare tradizione marinaresca con inclusività e rispetto per diversità e ambiente.

 

La Onlus, nasce nel 2007 a Genova con l’obiettivo di superare ogni forma di pregiudizio su disabilità, malattie croniche e disagio familiare e sociale, attraverso la cultura del mare e della navigazione. 

Durante la navigazione a bordo del veliero Nave ITALIA vengono realizzati progetti educativi, riabilitativi, terapeutici e di inclusione sociale, indirizzati ad Associazioni non profit, Onlus, Scuole, Ospedali, Servizi Sociali, Aziende pubbliche o private e Ministero di Giustizia (Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità).

Attraverso la “Terapia dell’Avventura” le persone con disabilità cognitive, deficit sensoriali, malattie genetiche, disagio psichico e sociale, affrontano un mondo estraneo, diverso, entusiasmante, unico nel suo genere, vivendo la vita di bordo per una settimana, per scoprire di essere capaci di conquistare benessere, autostima, capacità relazionali, nuovi indimenticabili amici. 

Con oltre 5.375 beneficiari imbarcati, 1.635 tra professionisti e volontari coinvolti e 300 progetti realizzati, di cui 4 internazionali, il “Metodo Nave Italia” è una storia di successo che dimostra quale ricchezza sia la diversità, nel rispetto della dignità umana.

L’evento

Sabato 23 aprile 2022 dalle 11 prende il via una giornata di celebrazione per i 15 anni di Fondazione Tender to Nave Italia ai Magazzini del Cotone – Porto Antico di Genova. Durante la mattinata interverranno le istituzioni della Fondazione Tender To Nave Italia Onlus e della Marina Militare, il Presidente Amm. Sq. (ris) Giorgio Lazio, il Comandante Marittimo Nord Amm. Div. Pierpaolo Ribuffo, il Direttore Scientifico Dott. Paolo Cornaglia, l’Assessore all’Avvocatura e Afari Legali, Famiglia e relativi diritti del Comune di Genova Lorenza Rosso e seguirà la visita alla nave ormeggiata al Porto Antico. Alla cerimonia saranno inoltre presente le aziende sponsor e tutti i compagni di viaggio dei 15 anni di attività della Fondazione. Il pomeriggio sarà invece rivolto all’incontro con associazioni e incentrato sulla presentazione del “Metodo Nave Italia” con relative storie e testimonianze e al progetto di ricerca scientifica, avviato quest’anno, in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

La storia e la nave

Nave ITALIA è una goletta armata a brigantino costruita nei Cantieri Navali di Danzica nel 1993. Con i suoi 61 metri di lunghezza e 1300 metri quadri di superficie è attualmente il veliero più grande al mondo. Battezzata come “Swan Fan Makkum” (‘cigno della città di Makkum’), ha veleggiato tredici anni per le Antille, traversando 18 volte l’Atlantico. 

Nel 2006 arriva a Genova per ormeggiare di fronte allo Yacht Club Italiano. Si realizza così il sogno a lungo cullato dall’allora Presidente dell’YCI Carlo Croce, di un veliero dedicato a persone con disabilità. Il 10 gennaio 2007 viene costituita a bordo del brigantino la Fondazione Tender To Nave Italia Onlus

Il 19 marzo 2007 viene siglato a Roma il contratto che affidava alla Marina Militare Italiana la conduzione del veliero, il primo Comandante C.V. Gai Vassallo e i membri dell’equipaggio salgono così a bordo. 

Il 6 aprile 2007 Nave ITALIA avvia la propria missione imbarcando il primo progetto riabilitativo.

Una particolare attenzione è da sempre dedicata alla cura e alla sicurezza della Nave che è garantita dall’attenzione e professionalità del RINA. 

Le tre fasi della Metodologia applicata su Nave ITALIA 

Finalizzata allo sviluppo umano attraverso la vita di mare e della navigazione, la Terapia dell’Avventura si articola in un arco di tempo che dura mediamente un anno, suddiviso in tre fasi specifiche: pre-imbarco, navigazione, post-imbarco.

Durante la fase di pre-imbarco le persone definiscono i propri obiettivi: i ruoli che ognuno ricoprirà a bordo, le attività, i propositi da raggiungere e le competenze personali da attivare. Una motivazione a capire, conoscere, ragionare su geografia, meteorologia, ambiente, storia, perché prepararsi a diventare marinaio speciale di Nave Italia, significa non tener conto di limiti e difetti, ma condividere la preparazione di un progetto avventuroso che sa di unico ed incredibile. Con la navigazione, la vita di bordo diventa prossimità, ascolto, inclusione sociale, disciplina militare. Diventa scoperta, gioco, apprendimento, una rivoluzione nel processo di crescita di ciascun individuo imbarcato, fato di relazioni, laboratori marinareschi, manovra alle vele, pasti preparati e condivisi, turni di lavoro e pulizia, raccolta di materiale – idee, ricordi, dettagli – per raccontare poi la propria straordinaria esperienza una volta scesi dalla nave.Infine, con la fase post-imbarco si elaborano le esperienze che hanno arricchito chi ha vissuto la vita di bordo, testimone del fatto che non esistono non vedenti che non possano manovrare vele e timone, non esistono autistici che non possano comunicare e socializzare, non esistono disabilità che affliggono vite faticose, se si diventa capaci di superare qualunque onda o vento, affrontando una navigazione difficile e riuscendo comunque ad arrivare sani e salvi al porto di destinazione. Il veliero Nave Italia diventa così perfetta metafora della capacità di modificare in meglio la qualità della vita di tutti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle nostre attività!

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui